mascisardegna.it sfrutta la piattaforma Joomla di conseguenza utilizza solo cookies di tipo tecnico. Utilizziamo anche cookies di terze parti, per finalità di analisi. Cliccando su “Ho Capito!”, acconsenti all’uso dei cookies. Se vuoi saperne di più clicca su “scopri di più” accedendo alla nostra pagina Privacy Policy.

Una donna nell'assemblea

LilliMustaroNell'assemblea regionale dell'autunno del 2005 fui eletta Segretaria regionale: la prima volta di un donna nel Masci sardo.
Ero quello che, oggi, verrebbe definito un "VOLTO NUOVO".


Forse nei miei confronti un po' di diffidenza iniziale ... ma confidavo nel mio entusiasmo contagioso, nella mia voglia di fare e di coinvolgere tutti, soprattutto quelli più restii.
Alla fine del mio primo mandato, la verifica fu veramente incoraggiante e stimolante; il complimento più bello venne da (udite, udite ...) Padre Ettore, il nostro infaticabile A.E. che mi riconobbe un talento speciale: quello di " tessere" relazioni e di saperle mantenere valorizzando le persone, ogni persona. Fui rieletta per acclamazione.


Tessendo pazientemente relazioni con il Consiglio Nazionale ... abbiamo convinto la "nomenclatura" che la Regione Sardegna era pronta per accogliere un EVENTO NAZIONALE. E cosi fu: il Sinodo dei Magister divenne per gli A.S. sardi il sogno che si realizzava e che avrebbe dimostrato al resto del mondo che avevamo maturato, negli anni, competenze, passione ed entusiasmo. I preparativi servirono ad unirci ancora di più, creando energie e risorse nuove e inaspettate. Qualcuno parlò di " incubo" per inquadrare la mole di lavoro e le fatiche che affrontammo. Le aspettative erano veramente tante e non potevamo deludere alcuno.


Ogni volta che ci ripenso, sorrido felice perché siamo stati veramente bravi. Tutti abbiamo fatto la nostra parte, al meglio. Se un sentimento può connotare l'evento, questo non può essere che la gioia che ha pervaso di sé, con leggerezza, ogni momento vissuto insieme.


Ho fatto riferimento al Sinodo perché devo dire che la conoscenza che tutti gli A.S. hanno avuto della Sardegna in tale occasione, è stato il "trampolino di lancio" la presentazione, senz'altro privilegiata, che nel 2010, ha, in parte,determinato la mia elezione a Consigliere Nazionale, nell'assemblea di Principina.


E così ho iniziato il mio percorso da C.N., come dire, "riconvertendomi", dopo sei anni di incarico di S.R., al nuovo ruolo.
Non è stato semplice: il C.N. eletto, all'inizio del mandato, aveva un ruolo un po' vago, poco determinato e quindi poco determinante.
Mi guardavo intorno rimpiangendo, invero, il " lavoro "di S.R. sicuro e amato con obiettivi certi e con una responsabilità ben definita e a tutti chiara.

.... ....

Finalmente un po' di tempo per terminare la cronaca – riflessione sul mio mandato regionale che avevo lasciato in sospeso ma che il nostro buon web-master ligio al dovere e diligente per vocazione, ha pubblicato....


Il primo triennio da C. N. è stato un susseguirsi di impegni, anche gravosi, ma sempre affascinanti e costruttivi. Ciò che ha sostenuto in modo determinante l'attività di questi anni è stata la consapevolezza che tutti in Consiglio Nazionale sono " importanti " perché tutti hanno un ruolo, perché tutti sono valorizzati per le loro competenze, perché tutti devono lavorare.


Questo è stato chiaro fin dall'inizio: l'Assemblea Nazionale và avanti grazie all'impegno del singolo che, sommato al lavoro dell'altro, ha permesso di conseguire obiettivi alti e prestigiosi. Sono stata nominata, fin dall'inizio del mio mandato, Presidente della Commissione Denti che si è occupata di Mondialità, della vita del MOVIMENTO e delle Regioni, dei Regolamenti.


Le Commissioni permanenti sono strumenti del C.N., hanno il compito di istruire i lavori e facilitare così i compiti dell'intero Consiglio. Attualmente sono quattro e prendono i nomi da personaggi che sono stati allo interno del Masci testimoni di valori e ideali : Denti, Antonacci, Ceschi e Mira.


Sono stati tre anni molto intensi di lavoro a tratti " matto e disperato " che però ci ha dato grandi soddisfazioni. Ho visto il Masci crescere, creare, sognare, realizzare cose grandi. Per tre anni sono stata l'unica donna del Consiglio Nazionale ( dal momento che Virginia Bonasegale, l'altra donna eletta ha avuto un importante incarico Internazionale) ; sono stata coccolata, valorizzata, rispettata.
Ma nello stesso tempo ho messo tutta me stessa al servizio del Movimento e termino il mio mandato con la consapevolezza di aver fatto la mia parte dando il meglio di me stessa.

Ci aspetta la Assemblea Nazionale di Bardonecchia per la quale stiamo lavorando con grande passione e determinazione; sono stata ricandidata come Consigliere Nazionale. Ho accettato con umiltà perchè significa che posso servire ancora.

Lo faccio con entusiasmo sempre rinnovato, con la certezza del sostegno dei miei compagni di strada che come i precedenti non mi lasceranno mai sola. 

Sono sicura che tutto ciò che è stato seminato darà frutti, che ogni spazio vuoto attende di essere riempito, che l'accoglienza e la benevolenza devono diventare i tratti caratteristici del nostro essere scout, che ci distingueremo per la capacità, a lungo esercitata, di abbandonarci alla volontà santa del nostro Signore

Il Campo della Scoperta ad Alghero: il rimpianto per non esserci stata.

Grande conquista del Masci Sardo : la nostra isola, ancora una volta, riceve l'attenzione del Nazionale e Mario Rocca, l'incaricato allo Sviluppo e vice Segretario Nazionale, sbarca in Sardegna per gestire il Campo della Scoperta. Qualche giorno prima ricevo la sua telefonata che mi invita a far parte dello Staff, insiste e prova la mia resistenza...ma la risposta è negativa.


Infatti i giorni del campo ( 27/ 28 / 29 giugno ) coincidono con l'impegno della mia comunità Masci per i festeggiamenti di S.Paolo patrono della nostra parrocchia. Quindi, a malincuore, devo rifiutare. Mi dispiace molto anche perché mi rendo
conto che il Campo sarà più gravoso per Mario, Nino e Gigi, ma so anche che se la caveranno alla grande.


E questo accade: l'esperienza, la passione,la creatività.... Le preghiere combinano una miracolosa alchimia che determina la riuscita del Campo al di là di ogni aspettativa. A ripensarci provo un po' di invidia e di rammarico: avrei voluto esserci. L'importante è che chi c'è stato sia stato bene e abbia scoperto le cose più belle dello scoutismo degli adulti e che le testimoni con convinzione e amore


Lilli Mustaro

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

 
+1 #3 Donatella 2013-10-04 07:40
Cara Lilli, grazie per il tuo impegno ed entusiasmo. Sono contenta per la tua nuova candidatura, perché è vero: hai ancora molto da donare e l'attività in seno al Consiglio Nazionale rappresenta davvero uno dei modi più incisivi e proficui per spendere i tuoi talenti ed esprimere i tuoi carismi in seno al Movimento. Continua ad essere per tutti noi sapiente, entusiasta e generosa "tessitrice", attenta alle diverse sensibilità e pronta a riconoscere e valorizzare i pregi di ciascuno. Buon lavoro!
Citazione
 
 
+1 #2 Nino 2013-07-22 10:02
Cara Lilli ...Finalmente il topolino ha partirito la montagna ...
Citazione
 
 
0 #1 Giovanni Pische 2013-05-13 13:31
Chi ti ha conosciuto non ha avuto dubbi.
Complimenti, non mollare, sia per l'orgoglio di sarda autentica , sia per quanto ancora potrai dare.
BUONA STRADA
Citazione