mascisardegna.it sfrutta la piattaforma Joomla di conseguenza utilizza solo cookies di tipo tecnico. Utilizziamo anche cookies di terze parti, per finalità di analisi. Cliccando su “Ho Capito!”, acconsenti all’uso dei cookies. Se vuoi saperne di più clicca su “scopri di più” accedendo alla nostra pagina Privacy Policy.

Filtro
  • 26a Assemblea Nazionale MASCI

    La XXVI Assemblea Nazionale "oltre il ponte ... in cammino con la storia", tenutasi a Bardonecchia, si è aperta venerdì 19 ottobre con la cerimonia dell'alzabandiera, e si è conclusa domenica 21 alle 12,30 con l'ammainabandiera.

    L'assemblea ha vissuto momenti di forte intensità, con i saluti delle autorità, responsabili di Associazioni scout e non, alla relazione del Presidente uscente per fine mandato Ricardo Della Rocca, e le testimonianze dei relatori, Il Dottor Camillo Losanna, già presidente della sezione minorile presso la Corte d'Assisi di Torino, di Ernesto Oliviero, fondatore del SERMING (Servizio Missionario Giovani) e dell'Arsenale della Pace, nonché scrittore e animatore, e del Ministro dell'Integrazione Cècile Kyenge, che ci hanno parlato su temi quali: apertura, accoglienza e integrazione.

    Bardonecchia

    L'Assemblea è proseguita espletando, discutendo e votando, le linee programmatiche e le varie mozioni provenienti da diverse Regioni riguardanti il prossimo futuro del MASCI. Essendo Assemblea elettiva si è provveduto al rinnovo delle Cariche Sociali con l'elezione del Presidente Nazionale, del Segretario Nazionale, di dieci Consiglieri elettivi che con i venti Segretari Nazionali formeranno il Consiglio Nazionale e dei tre membri del Consiglio dei Revisori dei Conti.

    Risultando così eletti:

    Sonia Mondin della Regione Veneto Presidente Nazionale, Luigi Cioffi della Puglia Segretario Nazionale, Consiglieri Nazionali: Lorena Accollettata (Puglia), Pino Romeo (Campania), Claudio Bisio (Emilia Romagna), Luisa Zanella (Veneto), Peppe Angelone (Calabria), Liliana Mustaro (Sardegna), Laura Terreni (Toscana), Angelo Vavassori (Lombardia, Francesco Bosticardo (Piemonte) e Aldo Riggio (Lazio). Revisore dei Conti: Maurizio Cipolloni (Umbria), Claudio Cursi (Lazio) ed Enzo Vitale (Campania).

    E' un' immensa soddisfazione per tutti gli Adulti Scout della Sardegna, l'essere rappresentati in seno al Consiglio Nazionale, oltre che dal Segretario Regionale, anche da un altro Consigliere per elezione. La regione Sardegna pur nei suoi risicati numeri ha avuto l'onore e il piacere di veder rieletta la nostra carissima professoressa e mitica Lilli della Comunità di Nuoro. Riconferma gradita, dovuta certamente all'ottimo lavoro svolto nel triennio scorso sia in Consiglio che come presidente di Commissione.

     

     

    {jcomments on}

  • Delegati della Sardegna Assemblea elettiva

    Elenco definitivo dei delegati delle comunità e degli altri delegati di diritto provenienti dalla regione SARDEGNA:

     

    SANNA Giovanni Antonio Comunità Alghero 1 Segretario Regionale
    Ettore padre FLORIS Comunità Alghero 1 Ass. Ecclesiastico Regionale
    MUSTARO Liliana Comunità Nuoro 1 Consigliere Nazionale
    DI RUSSO Gigi Comunità Alghero 1 Comitato Esecutivo Naz.ale
    CARIA Franco Comunità Alghero 1 Magister
    PUDDA Giovanna Comunità di Nuoro Magister
    DEDOLA Franco Comunità Sassari 2 Magister
    CAREDDU Paolo Comunità Tempio 1 Magister
    PINNA Giovanni Comunità di Alghero Delega dalla Comunità Sassari 1
    FOIS CARIA Giovanna Comunità di Alghero Delega dalla Comunità di Olbia 1
    BAZZONI Gavina Luigia Comunità di Alghero Delega dalla Comunità di Sennori

     

    firma

  • L'accoglienza

    "L'accoglienza" è una mozione che sarà presentata in Assemblea Nazionale alla presenza del Ministro Cecile Kyenge.

     

    PROPOSTA DI MOZIONE DEI SEGRETARI REGIONALI DEL LAZIO E DELLA PUGLIA


    Federico Calcagnini e Luigi Cioffi all'Assemblea Nazionale del MASCI di Bardonecchia 18/20 ottobre 2013 (Settori di riferimento: Vita del Movimento, Entra nella Storia)


    PREMESSO CHE


    1. Il Patto Comunitario all'art. 8.3.2 impegna lo scautismo adulto "...a praticare e a diffondere la cultura dell'accoglienza verso lo straniero che cerca nel nostro Paese dignità e lavoro...".


    2. Il MASCI vuole assumere iniziativa di fronte alle tragedie umanitarie, piccole e grandi, che si consumano ogni giorno sugli stranieri che, lasciando il loro paese e le loro famiglie, cercano dignità e sopravvivenza. Questi fratelli trovano spesso invece: morte, sfruttamento, condanna alla clandestinità, una disumana detenzione nei CIE, burocrazie insormontabili e inutilmente cavillose, leggi sulla cittadinanza studiate per respingere, discriminazioni di ogni genere e indifferenza. ...

    Scarica il testo integrale della mozione in formato pdf

  • Il MASCI che vorrei ...

    Da sempre riteniamo che lo scautismo adulto si alimenti e si costruisca all'interno delle comunità e in ciò ci sentiamo in sintonia con tutti coloro che all'interno del Movimento chiedono a gran voce di sostenere e valorizzare il ruolo della base associativa come ambito di elaborazione e di sperimentazione.


    Apprezziamo le scelte operate nell'ultimo triennio dal CN nelle quali riconosciamo la volontà di sostenere quel MASCI che considera le Comunità, singole e al contempo partecipi della vita regionale e nazionale del Movimento, come il luogo privilegiato nel quale "gli uomini e le donne possono occuparsi di loro stessi e trovare aiuto nella loro crescita", testimoniare la bellezza dello stare insieme, promuovere, nella vitalità e nella gioia, azioni e iniziative di cittadinanza attiva e consapevole in un mondo complesso e in continua trasformazione. Crediamo che ciò sia il presupposto per uno sviluppo maturo del Movimento.

    Riteniamo inoltre corretto che il Consiglio Nazionale, che questo processo ha alimentato e sostenuto, si sia assunto anche la responsabilità di indicare candidature agli incarichi associativi di adulti scout ritenuti in grado di dare continuità e nuova linfa a questa linea di pensiero.

    Siamo convinti che questa indicazione sia priva di finalità strumentali, utilitaristiche o personalistiche: i segretari regionali che l’hanno condivisa e che godono della fiducia degli adulti scout delle diverse regioni che li hanno scelti ed eletti ne sono testimoni e garanti.
    Riteniamo, infatti, che non possano essere interrotti


    - il cammino tracciato nei tre anni di mandato dal Consiglio Nazionale di valorizzazione di tutte le realtà del Movimento, rendendo disponibili strumenti concreti al servizio delle Comunità;


    - la costruzione di un rapporto collaborativo e di pari dignità con le realtà associative dello scoutismo giovanile, a partire dal riconoscimento delle diverse missioni;


    - la proposta di "scoutismo per tutta la vita", aperta ad ogni persona, nella consapevolezza che “mantenere la Promessa scout” può essere missione appagante per tutta la vita;


    - il coinvolgimento delle regioni, affinché nelle strutture di servizio nazionali siano inviati adulti scout appassionati, pronti a servire con umiltà e competenza, per costruire un futuro dove siano affermati con vigore i diritti e i valori universali e non il potere e le appartenenze;


    - l’aggiornamento e l’adeguamento degli strumenti di comunicazione al servizio di tutto il movimento e come ambito di collaborazione fra e con le regioni;


    - la rielaborazione delle modalità di lavoro del Consiglio Nazionale e il ri-orientamento della funzione del Comitato Esecutivo come raccordo e collante tra le diverse esperienze regionali e delle Comunità.


    Noi, che riconosciamo nelle Comunità e nelle Regioni i veri motori del Movimento, apprezziamo il fatto che il Consiglio Nazionale si sia reso promotore di questo orientamento e che in una logica di servizio abbia espresso le candidature, da affiancare a quelle provenienti dalle regioni, indicando Bruno Magatti e Carmelo Casano come persone in grado di perseguire con autorevolezza e competenza questi obiettivi.

    Apprezziamo il fatto che queste candidature siano state anche proposte autonomamente da diverse regioni nelle loro assemblee e auspichiamo che questo lavoro condiviso possa portare serenità e serietà nel confronto con gli altri A.S. che si sono candidati agli incarichi di servizio da eleggere nella prossima assemblea nazionale e di cui riconosciamo la competenza e la generosità, necessarie per chi si rende disponibile a ricoprire ruoli al servizio di tutti gli Adulti Scout del Masci.

     

    Hanno dato la loro adesione:


    Francesco Bosticardo, consigliere nazionale
    Bruno Magatti,consigliere nazionale, presidente commissione Mira
    Francesco Marchetti, consigliere nazionale, presidente commissione Ceschi
    Liliana Mustaro, consigliere nazionale, presidente commissione Denti
    Roberto Ursino, consigliere nazionale, presidente commissione Antonacci
    Ermanno Tittarelli, consigliere nazionale
    Aldo Riggio, incaricato nazionale formazione
    Renato Di Francesco, amministratore
    Alessandro Bavassano, SR Liguria
    Federico Calcagnini, SR Lazio
    Carmelo Casano, SR Sicilia
    Roberto De Piccoli, SR Friuli VG
    Camillo Ludovico, SR Marche
    Paride Massari, SR Abruzzo
    Mauro Mellano, SR Piemonte
    Marino Monachini, SR Toscana
    Fausto Pizzoni, SR Lombardia
    Nino Sanna, SR Sardegna
    Giovanni e Maria Teresa Santella, SR Molise
    Mario Caputo, Vice SR Liguria
    Claudio Cursi, Vice SR Lazio
    Lucia Giallorenzo, revisore dei conti
    Enzo Vitale, revisore dei conti
    Peppe Bachetti, presidente cooperativa Strade Aperte
    Ernesto Albanello, ex SR Abruzzo
    Giorgio Andreatta, ex SR Trentino
    Elisabetta Mercuri, ex SR Calabria
    Laura Terreni, ex SR Toscana
    Gisella Torretta, ex SR Lombardia

     

     

     

    Scarica intero documento in pdf